Discipline sportive

Para Sci Alpino

Descrizione

Sport paralimpico dai Giochi Invernali di Örnsköldsvik, in Svezia, nel 1976, il Para Sci Alpino include cinque specialità: Slalom Speciale, Slalom Gigante, Super G, Discesa Libera e Super Combinata.

Curiosità

PARA SCI ALPINO

A partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, sono state sviluppate diverse soluzioni per consentire ai reduci di guerra con disabilità fisiche di praticare lo sci alpino. Da allora, questo sport ha avuto una crescita costante.

Gli atleti competono in 5 specialità e in 3 categorie per tipo di disabilità: Standing (in piedi); Sitting (seduti, all’interno del guscio o monosci), Visually impaired (ipovedenti e non vedenti, che gareggiano seguendo un atleta collegato via radio).

L'equipaggiamento principale utilizzato include sci a bilanciere, sit-ski e monosci. Il monosci - un guscio fissato con un ammortizzatore a uno o due sci e utilizzato in combinazione con due dotate di mini-sci per consentire il bilanciamento dell’atleta - ha rappresentato una innovazione rivoluzionaria. Un sistema di correzione cronometrica consente ad atleti con differenti disabilità di competere gli uni contro gli altri.

LE GARE

Ci sono 30 eventi da medaglia nel Para Sci Alpino. La classifica delle medaglie per nazioni nel Para Sci Alpino è guidata dagli Stati Uniti, seguiti da Austria, Germania, Svizzera e Francia. A Pyeonchang, l’italiano Giacomo Bertagnolli, ipovedente, ha compiuto una storica impresa vincendo due ori (slalom e gigante), un argento (super G) e un bronzo (discesa libera).