Milano Cortina 2026 aderisce allo Sport for Climate Action Framework

Pubblicato il 28 settembre 2021 28 settembre 2021

Nel percorso di avvicinamento alla COP26 in programma a Glasgow a novembre, il Comitato Organizzatore dei Giochi Invernali del 2026 prosegue il percorso di dialogo e confronto con le Associazioni Ambientaliste;

Nel percorso di avvicinamento alla COP26 in programma a Glasgow a novembre, il Comitato Organizzatore dei Giochi Invernali del 2026 prosegue il percorso di dialogo e confronto con le Associazioni Ambientaliste ;

Prende il via oggi a Milano una settimana fondamentale per l’intera comunità internazionale. Cinque giorni dedicati al confronto sui temi centrali dell’ambiente e del clima. La Youth4Climate e la Pre-Cop26 saranno i due eventi che scandiranno il percorso di avvicinamento alla Cop26, la conferenza annuale sul clima organizzata dall’Onu che quest’anno vedrà il coinvolgimento diretto del governo italiano, forte promotore della Youth4Climate.

La Fondazione Milano Cortina 2026 che mette proprio la sostenibilità al centro della Road to the Games che porterà ai Giochi Olimpici e Paralimpici, rende noto di aver aderito al UNFCCC, Sports for Climate Action Framework. L’iniziativa, promossa dalle Nazioni Unite in partnership con il Comitato Internazionale Olimpico (CIO) per contribuire all’attuazione degli accordi di Parigi, mira ad accelerare il cambiamento necessario per raggiungere la neutralità delle emissioni di gas serra. Il Framework delle Nazioni Unite si pone l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di realtà dell’ecosistema sport attraverso azioni concrete atte a garantire una maggiore protezione del clima. Ad oggi oltre 200 enti hanno aderito e sposato la proposta.

Vincenzo Novari, CEO della Fondazione Milano Cortina 2026 ha commentato: “Si tratta di un momento importante per l’intera Fondazione che fa della sostenibilità e della tutela dell’ambiente due dei suoi temi qualificanti. La comunità internazionale, e tutti i giovani che da oggi popoleranno le strade di Milano, ci chiedono attenzione su un tema che è ormai un’urgenza non solo per il nostro Paese, ma per il mondo intero. La scelta di aderire allo Sports for Climate Action Framework, promosso dall’ONU e sottoscritta tra gli altri anche dal CIO, rappresenta un’ulteriore dichiarazione di intenti verso i Giochi del 2026”.

Venerdì prossimo, 1 ottobre 2021, una rappresentanza del board della Fondazione, guidata dalla dott.ssa Gloria Zavatta, Sustainability&Legacy Director, incontrerà le Associazioni Ambientaliste nazionali per proseguire il confronto avviato lo scorso gennaio. L’obiettivo della Fondazione Milano Cortina 2026, in continuità con i nuovi modelli proposti dal CIO all’interno della New Norm e dell’Agenda 2020+5, è quello di lavorare per lasciare un’eredità sociale e ambientale positiva per i territori coinvolti.

Al saluto del Presidente della Fondazione Milano Cortina 2026, Giovanni Malagò, e del suo CEO, Vincenzo Novari, che apriranno i lavori, seguirà un approfondimento sui temi legati alla crisi climatiche e agli impegni assunti per la realizzazione degli impianti sportivi e dei luoghi di gara in cui si svolgeranno i Giochi Olimpici e Paralimpici del 2026.